26/10/08

36

FANTASIA IN CLASSE



L'UCCELLO LIRA

Due più due quattro

quattro più quattro otto

otto più otto sedici…

Ripetete! dice il maestro.

Due più due quattro

quattro più quattro otto otto otto sedici.

Ma ecco che nel cielo

passa l'uccello

il bambino lo vede

il bambino lo sente

il bambino lo chiama:

Aiuto, vieni a giocare con me

uccello!

E l’uccello viene giù

e gioca con il bambino

Due più due quattro

Ripetete! Dice il maestro

e il bambino gioca

e gioca l’uccello con lui…

E l'uccello - lira suona

e il bambino canta...

E i vetri ridiventano sabbia

l’inchiostro ridiventa acqua

i banchi ritornano alberi...

Jacques Prévert
L'apprendimento è sforzo,fatica,spesso rinuncia e nessun'altra istituzione è per sua natura educativa come la scuola. Nei momenti più duri,la fantasia fornisce la giusta dose di evasione.

36 commenti:

  1. Stella,
    avere fantasia è bello, ti senti parte di quel sogno o di quel pensiero.. a me succede ancora adesso..meno, molto meno, ma ricorro alla fantasia quando devo rilassarmi..penso ad un luogo bellissimo dove la natura la fa da padrona e sento la musica con le cuffie...un momento rilassante e impagabile..
    Baci e buona domenica

    RispondiElimina
  2. Davide purtroppo a me la fantasia manca,preferisco fantasticare che è diverso.

    In questo momento splende il sole e ho ricevuto pure notizie rassicuranti da una persona cara,pertanto mi sto rilassando...

    Baci e buona domenica.

    RispondiElimina
  3. Anch'io ho poca fantasia, ma riguardo a fantasticare....a volte vorrei tornare bambina per fantasticare come loro....senza porsi dei limiti!!!

    Ciao e spero che la tua domenica continui positiva.

    RispondiElimina
  4. gturs oggi immagina di essere tornata bambina...

    Buona domenica!

    RispondiElimina
  5. un aquilone vola
    sulla spiaggia
    di Cervia.
    Il vento teso d'Oriente
    ed il mare calmo
    ripetono lievi
    il suadente messaggio
    viuuu!... sciach!...
    sempre uguale,
    leggero... monotono...
    quasi... e quasi
    ti annoia.

    Ma nella mano del bimbo
    che salda regge la guida
    dell'aquilone lassù,
    il vento ripete le storie lontane
    dell'altra riviera del mare,
    ed ancora più in là,
    verso est,
    Ove conobbe altri sogni,
    e palpiti, e amori.
    Ove versi diversi gli furono dati, e fu chiesto
    di portarli quaggiù,
    in questo blog in attesa.

    Lucio Musto

    (scusate, poi la correggo e la metto in bella, per renderla leggibile)

    RispondiElimina
  6. quante volte la mia testolina fuggiva chissà dove per poi pombiare in quella classe tra anchi e sedie e un'insistente domanda dell'insegnante che mi martellava e io non sentivo!

    RispondiElimina
  7. La scuola è fondamentale come la fantasia per provare ad immaginare un futuro diverso.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  8. che bella!
    buona domenica sera stella

    RispondiElimina
  9. By World on the road -
    En route dans le monde -
    La maestrina dalla penna rossa colpisce ancora.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  10. Tu la chiami evasione, e lo è, di questi tempi se ti legge il nostro "democraticissimo" presidente del consiglio potrebbe definirla eversione...

    RispondiElimina
  11. Lucio molto bella.

    Complimenti!

    RispondiElimina
  12. Sì marco l'istruzione è fondamentale per "proteggersi".

    RispondiElimina
  13. Andrew sei carino,grazie!

    Buona serata pure a te.

    RispondiElimina
  14. ciao stella...
    un saluto affettuoso..

    RispondiElimina
  15. Merci mon ami!!

    Mi mancava "maestrina dalla penna rossa ".

    Bonne nuit!

    RispondiElimina
  16. Caro russo io non posso evadere...solo con la fantasia!

    RispondiElimina
  17. l'apprendimento, l'istruzione....ci stanno togliendo tutto questo dai primi anni di scuola all'università. Sono arrabbiatissima...Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  18. a noi la fantasia non manca,siamo o non siamo i 5 man in black?

    RispondiElimina
  19. ciao stella!!!
    passo per un salutino e per augurarti (ormai) un buon inizio di settimana :)

    RispondiElimina
  20. Scricciolo hai perfettamente ragione...

    Ci vogliono ignoranti!

    RispondiElimina
  21. Ariapura ciao. Da quanto tempo lontane...

    Buona serata!

    RispondiElimina
  22. ASterix, non c'è dubbio.

    Guai se non ci foste voi con me...

    Un abbraccio caro a tutto lo staff.

    RispondiElimina
  23. Ciao mat,serena settimana a te !

    RispondiElimina
  24. La fantasia non mi manca,credo però una cosa: è vero che in certi momenti aiuta,fa vedere alcune cose come le vorremmo; è altresì un comodo rifugio per evitare di guardare la realtà in faccia...!!

    Ciao stella, a presto.

    RispondiElimina
  25. Sirio ottima osservazione,non ci avevo pensato,sarà che sono priva di fantasia...

    Grazie!

    RispondiElimina
  26. Bella poesia, mitico Prevert.

    Qualcuno a detto "ho studiato tutta la vita per capire che non mi serve a nulla" in realtà è vero ma se non studi non ci arrivi.
    Io dico sempre sono fortunato a non aver studiato, anche se non è vero, non ho proseguito nella scuola ma ho studiato tutta la vita, però mi son risparmiato certi schematismi che troppo spesso vengono inseriti in un insegnamento che sempre meno tiene conto delle reali necessità della vita.
    Oggi mi son trovato a pranzare (invitato) in quello che fu lo studio di Cavour, è strano pensare che li fu fatta l'Italia ed oggi è un ristorante, a volte la storia è impietosa, e pensare che a scuola non potevo sopportarla, forse la insegnavano male.
    :-)))

    RispondiElimina
  27. "Accomodatevi nel mio salotto e rilassatevi"..questo dici appena più sopra..
    Oggi tu ti sei rilassata passando dal mio blog...eh eh..quindi mi piace questo scambio di rilassamento...son contento che il video ti è piaciuto..
    Grazie e bacioni

    RispondiElimina
  28. Acqua ,per imparare al meglio storia e pure geografia bisognerebbe viaggiare,viaggiare e documentarsi... e comunque non basterebbe una vita intera!

    RispondiElimina
  29. Davide gli scambi mi piacciono.

    Bel connubio musica e natura...da relax veramente!

    A presto.

    RispondiElimina
  30. Odora di libertà questa poesia.
    ciao, silvano.

    RispondiElimina
  31. Silvano...libertà è partecipazione...

    RispondiElimina
  32. la fantasia mi sembra che inizi a scarseggiare nei bambini di oggi, troppo presi dalla tecnologia per creare con le loro piccole testoline!
    crescendo poi la perdiamo tutti, ma ricordo che da piccola la fantasia era il mio gioco preferito... lasciavo meravigliati tutti... oggi non è più così...

    buon inizio settimana

    RispondiElimina
  33. Pupottina una volta la fantasia dei bambini era più fervida...!

    RispondiElimina
  34. Sai che per un attimo mi è venuto la voglia di tornare bambino? Che tenera poesia!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...