01/09/08

28

UNA GIORNATA DI RELAX

Che acqua pulita !! Ti vedo...
Un bacetto a tutti,uno particolare a jasna per il suo compleanno.
Io... tra due pedalò

Avigliana : Cittadina posta all'imboccatura della valle di Susa (quella dei NO-TAV,per intenderci)
è conosciuta in Piemonte per i suoi due laghi.

Era una città di frontiera e per questo aveva un ruolo di spicco, configurandosi come crocevia e snodo viario strategico. Col passaggio della capitale a Torino perse però gran parte della sua importanza e anche il castello, da apparato militare e difensivo, si trasformò in abitazione signorile, per poi risentire duramente della peste del 1600; fu ridotto allo stato attuale dal maresciallo francese Catinat nel 1691. Il centro storico è comunque ricco di testimonianze storiche e artistiche; molte costruzioni databili dal XII al XV secolo evidenziano il passaggio graduale dal romanico al gotico della Avigliana medievale, arricchendo l'esperienza di viaggio di chi si reca in questi posti.

Centinaia di volatili di varie specie quali moriglioni, morette, alzavole, fischioni, gallinelle d'acqua, mestoloni si concentrano sui laghi, in particolar modo nel periodo autunnale ed invernale.
Il Lago Piccolo è particolarmente interessante per l'osservazione dei germani (in netta maggioranza), delle folaghe che tranquillamente nuotano sulle sue acque, degli aironi cenerini e dei cormorani immobili sui rami dei saliconi ormai bianchi del loro guano.
Tra gli animali più caratteristici segnaliamo lo svasso maggiore la cui spettacolare parata di corteggiamento, chiamata danza dello specchio, è osservabile a fine inverno - inizio primavera.
In seguito il nido galleggiante, costruito dalle coppie, e i pulcini portati sul dorso dai genitori nei loro primi spostamenti sono dimostrazioni pubbliche che si offrono a tutti gli appassionati di bird-watching.

Il Parco non si propone solamente di proteggere un angolo di natura ma vuole anche realizzare una stretta simbiosi con la città di Avigliana fondata sul rispetto degli equilibri naturali.
Con il passare del tempo sono stati predisposti numerosi servizi (sentieri, strutture informative, ecomuseo della pesca, varie pubblicazioni, cartina per orienteering) che intendono soddisfare le esigenze dei fruitori. In particolar modo si è instaurato un continuo rapporto didattico con le scuole (visite guidate, conferenze, proiezioni) incentrato sulla conoscenza e valorizzazione dell'ambiente e si sono realizzate infrastrutture rivolte ai portatori di handicap (piste ad accesso facilitato, leggii in braille, audiocassette per non vedenti, tavoli e parcheggi riservati).
Particolarmente interessanti sono i "punti museo" dislocati nel Parco allestiti sul tema della pesca nei laghi di Avigliana in tutti i suoi aspetti: naturali, tecnici, economici partendo dall'Età del bronzo (II millennio a.C.) fino alla metà del XX secolo.

Il lago grande è quello piu' turistico,con piccole spiaggette attrezzate dove nella
bella stagione è possibile prendere il sole e rilassarsi,in un ambiente idilliaco con
tanto verde e,particolare importante,niente traffico.
Nel lago grande vengono praticati sport come la vela e lo sci nautico.

La classica "gita fuori porta" che,per chi è fortunato come me e alcuni miei amici la
puo' fare di sabato,di domenica sarebbe tutta un'altra cosa...!!



28 commenti:

  1. Quando ero ragazza ci andavo spesso...era un luogo per innamorati...Ciao giò

    RispondiElimina
  2. Aggiungo
    in anni più recenti sede del Dinamitificio Nobel che ha prodotto bombe e dinamite mi pare fino al 1954, poi diventato area Montecatini, oggi zona industriale con tanti ricordi sepolti sotto.
    Ho avuto l'officina li per anni ed ora abito nel paese confinante :-))

    Il castello fu distrutto per dispetto a battaglia ormai vinta, lunga storia quella della valle, da sempre transito per chi voleva invadere l'Italia.

    RispondiElimina
  3. Ho capito.
    Il posto ideale per accogliere le mie stanche ossa!

    O magari un soggiornino da una settimana?..

    com'è in autunno?
    fi affitta una barchetta a remi per andare ad ascoltare il silenzio in mezzo al lago?

    Lucio Musto

    RispondiElimina
  4. Benvenuta,farfallaleggera! Anche adesso il lago conserva il suo fascino,la sua naturale caratteristica di "posto tranquillo"
    Ciao,buona giornata!

    RispondiElimina
  5. Ciao acquachiara,speriamo che d'ora in avanti le invasioni siano solo...di turisti!
    Ti saluto caramente.

    RispondiElimina
  6. Caro lucio,i colori del'autunno sono da sempre i miei preferiti.
    Barchetta in affitto? Non saprei ma potrei sempre informarmi,è un posto turistico!
    P.S.sono da preferire i giorni feriali,nel fine settimana viene praticato lo sci nautico...e il silenzio va a farsi benedire!
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  7. Pace e serenità hanno contraddistinto l'ultimo sabato di agosto e...ho pure pensato a voi.

    RispondiElimina
  8. Ciao stella,aggiungo:Una giornata lontana della quotidianità fa solo bene,con la giusta compagnia ancora meglio!
    Ti saluto caramente.

    RispondiElimina
  9. Che meraviglioso luogo!!!
    mi hai fatto venire la voglia di andarci e subito pure.....
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  10. che belle foto^^...

    vi auguro una bellissima giornata ragazzi... Sno tornata^^..

    bacini

    RispondiElimina
  11. Heyyy che belli che siete ^_^
    Peccato io non ci sono mai stata :*(
    Un bacio ad entrambi.
    Stellina ti voglio bene grazie di tutto.

    RispondiElimina
  12. Bella Avigliana, quando abitavo al mia paese ci andai addirittura in bicicletta...erano 30 chilometri e non aveva cambi..il ritorno passado per Trana me lo ricordo massacrante.
    Un saluto e buon settembre.

    RispondiElimina
  13. Mistral,è veramente così!
    Ti saluto caramente,buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  14. Ciao vane,ben ritornata!Grazie,le foto sono la testimonianza di una bella giornata.
    A presto.

    RispondiElimina
  15. Ciao nella,sono contento di averti fatto visitare questo posto...almeno virtualmente!
    Buon pomeriggio

    RispondiElimina
  16. Ciao max,quelle strade le ho fatte pure io in bicicletta e me le ricordo molto bene...!
    Avevo (e ho ancora)la bici con il cambio,ma soprattutto c'era l'allenamento,ciò nonostante la rampa di Rosta o quella per Giaveno
    sono durette!
    Grazie per la visita,buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  17. Grazie nella,ma il complimento più bello l'hai scritto nel tuo post. Mi hai commossa. Anche qualcun altro mi ha scritto più o meno la stessa cosa.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  18. Bentornata vane,mi mancavano i tuoi bacini.

    RispondiElimina
  19. E' bello venire a conoscenza di questi bei posti della nostra Italia.

    Complimenti a Sirio e un grazie per i saluti a Stella.

    RispondiElimina
  20. Romano ciao . Il bacetto è anche per te!

    RispondiElimina
  21. Per chi è da quelle parti consiglio anche un salto alla Sacra di San Michele, merita.

    RispondiElimina
  22. ma che bei posti, ma che belle giornate....! le vostre eh!? :-)
    Stella, ma anche sirio...
    vi invito a leggere qui per favore :-)
    bacioni!

    RispondiElimina
  23. Che ci vuoi fa giovà, sirio mi corre dietro ad ogni scampagnata...

    RispondiElimina
  24. Grazie romano,i tuoi comenti somno sempre graditi.
    E' vero,abbiamo un patrimonio e come tale è ottima cosa cercare di salvaguardarlo e valorizzarlo!

    RispondiElimina
  25. Grazie russo,mi fai propaganda!
    Ho fatto un post sulla sacra di San Michele in luglio,il titolo è "Piemonte storico",condivido che ne vale la pena!
    Ciao, a presto.

    RispondiElimina
  26. Ciao giovanna,grazie per il commento e vengo subito da te!

    RispondiElimina
  27. Grazie Stellina questa me la ero persa ... sono un po' presa in questi giorni con l'inserimento di ezio all' asilo

    RispondiElimina
  28. Jasna tranquilla,capisco e sono comprensiva.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...