14/09/08

36

CARO PIANETA TERRA...


Caro pianeta Terra,culla di vita da un favoloso numero di anni-ti amiamo davvero oppure no ?
A volte mi sembra che ti detestiamo cordialmente,proprio mentre sembriamo così attaccati alla sopravvivenza,pieni di paure e di insicurezze,di presunzione e di aggressività,maldestri come siamo.
La Bibbia ti descrive come un giardino ( questo era il Paradis,questo l'Eden), che Dio aveva in mente di godersi insieme all'uomo.
Che progetto,che onore! L'uomo come giardiniere e custode,e il Signore, il sovrano orientale del bel racconto biblico,in veste di Supremo Amico e tutt'al più di Supervisore,desideroso di passeggiare nella brezza della sera a braccetto con la creatura piu' amata,il suo piu' capace collaboratore.
Che gioia commentare i fatti del giorno,godere dei progressi e della bellezza del giardino,immaginare insieme le soluzioni migliori a qualunque problema...
Ah Signore caro! Quanta fiducia in questa creatura cosi' ingarbugliata! Non avrai esagerato ?
Non ti pare che stiamo demeritando tutto il tuo affidamento ? Non vedi cosa stiamo facendo del tuo,del nostro giardino ?
Il mondo soffre come mai prima : soffre l'uomo sfruttato,avvelenato,violentato e tradito in mille modi, in ogni angolo del pianeta. Ma soffrono orribilmente l'aria,l'acqua,la terra,soffrono tutte le creature.
E' ora di dare un taglio alle dissennatezze,prima che sia troppo tardi.Ognuno si prenda la sua responsabilita'...

Dal periodico Missionario frati cappuccini piemontesi

36 commenti:

  1. Non mi sono dimenticato.Mi hai battuto sul tempo!

    RispondiElimina
  2. L'occhio come va?
    Buona domenica reanto.

    RispondiElimina
  3. Ciao, credo proprio che abbiamo un pò deluso Cristo, ma credo che siamo sempre in tempo a rifarci, se solo lo vogliamo. Ho letto che sei di Torino, meraviglia, anche io, un abbraccio e una buona domenica da giò

    RispondiElimina
  4. Ciao giò,benvenuta! Se lo vogliamo, certamente potremmo correre ai ripari;purtroppo ,però,tanti,per interessi personali e materiali, non la pensano allo stesso modo...
    Sono contenta che sei di Torino.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. è un articolo che condivido pienamente. da troppo tempo maltrattiamo il pianeta e sottovalutiamo i sintomi del suo malessere...


    p.s. sul mio blog ti ho premiata:-)

    RispondiElimina
  6. Cara araba,i sintomi del malessere del pianeta si stanno moltiplicando...
    Onorata del premio,ti ringrazio per la stima e per la motivzione del conferimento.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  7. Tema delicato se lo sia affronta rapportandolo a Dio.

    Grazie mille per i tuoi cari saluti, buona domenica (in parte trascorsa...).

    Ciao Stella :)

    RispondiElimina
  8. Chissà se la natura ci si rivolterà contro un giorno!

    RispondiElimina
  9. Eh sì,caro romano,il Creatore non è certo contento !
    Buona domenica,dai che comprende ancora il pomeriggio e tutta la serata...

    RispondiElimina
  10. Peppe,purtroppo temo proprio questo ed è possibile che chi di dovere si tappa gli occhi?

    RispondiElimina
  11. Io sono realista, e credo che la natura sa difendersi,trasformarsi,e adattarsi,noi siamo solo di passaggio,crediamo di dominarla, ma sarà lei a farlo,la terra non ha bisogno di noi, mettendoci contro facciamo un pessimo affare.buona domenica

    RispondiElimina
  12. Maltrattamenti al Pianeta ed ai suoi abitanti, occorre ribellarsi.

    RispondiElimina
  13. Caro holden,se la Terra resisterà, cosa potremmo fare per noi?
    Non facciamoci intossicare da modelli di vita, a volte imposti dalle strategie di mercato, dai mezzi di comunicazione,tra le alleanze tra chi non vuole cambiare nulla e non ha a cuore il benessere comune,la dignità delle persone.
    Ci dobbiamo curare gli uni con gli altri,perchè comune è il destino...
    E con questo voglio dire che dovremmo amarci.

    RispondiElimina
  14. Ariapure,buona domenica da tutti noi.

    RispondiElimina
  15. Certamente bruno. Leggi la mia risposta ad holden.
    Grazie della visita.

    RispondiElimina
  16. Ciao Stella. L'uomo, purtroppo, pur prendendo coscienza delle nefandezze di cui è artefice non ha mai fatto nulla per evitarle. Esiste un concetto di immanenza e di presunta superiorità che desidera vantare contro la natura e, capisci, questo è impossibile. Basta gardare indietro e vedere come si è lasciato sopraffare dalla tecnologia e da quella che è la più stupide delle cose fatte: la guerra. Viviamo il presente perchè è più "gustoso"...i futuro "incerto" anche se i frutti saranno raccolti dai proprio figli lo lasciamo perdere. Egoismo, negligenza? Mah! Io ho espresso un amia teoria secondo questa metafora: Prende atto chi si trova in basso e chi non è coinvolto...viceversa chi è immerso totalmente nel mare della indifferenza non può essere che indifferente anche lui. Saluti virtuali, Antonello

    RispondiElimina
  17. Effettivamente abbiamo deluso Cristo e a quanto pare continuiamo a farlo.Scusa il pessimismo ma non credo in facili soluzioni.Speriamo bene.....
    Buona domenica Stella

    RispondiElimina
  18. Caro francesco, San Paolo diceva:la creazione geme come nel travaglio del parto,aspetta che l'aiutiamo a fare il gran salto nel mondo nuovo,redento,pieno di Cristo, che è il fine della storia. E noi? In larga maggioranza, non abbiamo il fegato di credere sul serio a questa prospettiva,che ci impegna a fare la nostra parte,cristiani asfittici che siamo.

    RispondiElimina
  19. Caro antonello,la stessa nefandezza è indifferenza,sentimento che massacra e uccide. L'indifferenza è peggiore dell'odio,aveva scritto un lettore,quando postai sull'inifferenza e non aveva tutti i torti.Ciò che ora regna nella società è mancanza di AMORE.

    RispondiElimina
  20. e purtroppo sofro l'umo a causa di un altro uomo siamo noi stessi gli artefeci... iniziemo a cambiare per rendere il nostro pianeta più bello...

    buona domenica cara stellina e caro sirio^^..

    bacini

    RispondiElimina
  21. ciao stella ho letto la tua mail,ma dove ?

    RispondiElimina
  22. forse quando qualcuno deciderà di dare basta sarà troppo tardi cara stella!
    eppure ho lasciato un commento un'oretta fa! e ora non c'è!
    boh, l'avrò salvato male stella?
    sono tutto fuso oggi!
    :)

    RispondiElimina
  23. Ste,
    verità!
    quoto l'ultimo passaggio:
    "E' ora di dare un taglio alle dissennatezze,prima che sia troppo tardi.Ognuno si prenda la sua responsabilita'..."
    Dissennatezze = sistema, economia, che vogliono -->sfrenato consumismo.
    ehi...grazie per l'ennesima coccola! :-)
    bacioni

    RispondiElimina
  24. Ariapura,vai in alto a destra,accanto al titolo del post.

    RispondiElimina
  25. mat il commento l'hai fatto nel post "scuotere la terra". Te l'ho detto che hai bisogno di vitamine!!
    Condivido quanto hai asserito.

    RispondiElimina
  26. Giovà e come farlo capire agli autori del "MISFATTO?" . Noi possiamo e dobbiamo contribuire a migliorare l'ambiente,ma non è sufficiente!
    Coccolami pure tu...come puoi.

    RispondiElimina
  27. Giusto Ste', lottiamo per salvare l' ambiente. Lottiamo per tutti noi.
    Vale
    PL

    RispondiElimina
  28. Pierluì... e per i nostri figli e nipoti.

    RispondiElimina
  29. AI PREMIATI : ho postato tante volte sui premi. Questa volta ho deciso di avvertire individualmente gli interessanti.

    RispondiElimina
  30. La madre terra,con frutti,prati e fiori...fonte di vita,per le sue creature!
    Mi è venuto spontaneo richiamare il cantico delle creature scritto da Francesco d'Assisi,persona che ebbe uno splendido contatto con la natura e i suoi abitanti,fatto di rispetto e partecipazione in sintonia.
    Basterebbe seguire quelle impronte indelebili,e sicuramente il nostro caro pianeta ne gioirebbe...!!
    Ciao stella,un abbraccione dal tuo socio.

    RispondiElimina
  31. Sirio ricordassimo tutti San Francesco che parlava con la natura e ringraziava ogni suo elemento,non saremmo a questo punto... E Lui si spogliò delle sue ricchezze,un GRANDE !!

    RispondiElimina
  32. Nunca he podido entender una cosa, si el hombre está hecho de Naturaleza y forma parte de ella ¿cómo es posible que la destruya si eso significa su destrucción?

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...