04/07/08

93

SEMPRE STANCA...



"Ma che hai da ridere?".Non so quante volte mi sono sentita dire questa frase da mia madre davanti al mio inossidabile buonumore.



Sì,sono stata una bambina,ragazza,donna felice.



Sempre in movimento,pronta ad assecondare gli stimoli,ad abbracciare le novità.Anche quando la vita ha presentato il suo conto,la sua dose di veleno,fatica,durezze,nemmeno allora mi sono fermata.



Invece un giorno di dieci anni fa ho chiuso la porta.Mi sono accucciata,ho fatto la tana nella mia casa.



All'inizio non mi sembrava strano,nel giro di un anno però le cose si sono complicate.Tutto mi è diventato faticoso.Una cena con amici,il lavoro,una passeggiata,qualsiasi cosa mi sfiniva.Io,quella che non conosceva orari,avevo bisogno sempre di dormire:otto,nove,fino a 12 ore di sonno erano ora una necessità."sono depressa,dottore?".



"No,non lo è,signora",il verdetto del neuropsichiatra che ho consultato.Il primo di una lunga serie.



E intanto cadevano i capelli e si spezzavano le unghie.Depressa no,ma esaurita ,nel senso che avevo intaccato le mie riserve di energia (così la pensavano i neurologi), mi ero "spesa" troppo.



La pressione non raggiungeva i 70 di massima.



"Ho la tiroide che non funziona,dottore?" E gli endocrinologi scuotevano la testa.Intanto la mia memoria si appannava e le gambe mi facevano male.



Sono stata ricoverata all'ospedale Gemelli.Quei marker tumorali sballati,quella ferritina a tremila,con uno zero di troppo,costringevano i medici a fare brutti pensieri.



Avanti tutta con la Tac.Ne ricordo almeno cinque.Via con le risonanze magnetiche.No,quelle macchie sul fegato non tranquillizzavano di certo.I medici temevano il tumore.



Loro erano preoccupati,a me non importava nulla."Se muoio,riabbraccio Gianni",così sragionavo per il dolore della perdita di mio marito.



In realtà non avevo il cancro."Solo"un'insufficienza corticosurrenale,che mi provocava quel senso di stanchezza cronica e quella specie di bassa e alta marea dei valori pressori.



Tutta colpa di un guasto alle ghiandole surrenali,che avevano smesso di produrre cortisolo in modo adeguato e anche un altro ormone,l'aldosterone.Ma un rimedio c'era.Ricorrere ai farmaci a base di ormoni sintetici.E così feci per alcuni mesi.



Nel frattempo non volevo rassegnarmi all'idea che avrei dovuto ridimensionare le mie ambizioni professionali.Mi ribellavo alla prospettiva di mettere la riserva nel contatto con la gente,vero carburante del mio lavoro.Stanca (ma non arresa), sono finita perfino nello studio di qualche santone.






Sì,ho battuto tutte le strade.Ma alla fine ho ripreso forza,quando un anno fa ho incontrato un esperto di chirurgia vascolare al Policlinico Umberto I di Roma,Sandro Mandolesi.



Per due ore il professore mi ha tastato,fatto piccole pressioni su ginocchia,braccia,cranio,mandibola.E dove mi toccava spesso sentivo dei dolori acuti.Alla fine,mi ha prescritto esami del sangue e di una ciocca dei capelli.



Esatto,capelli. "I suoi surreni non producono più cortisolo",ha confermato."Si è ammalata di stress acuto,ha abusato delle sue forze,nel suo corpo circola un grado di tossicità molto alto".



Mi ha prescritto una serie di rimedi per sollecitare il risveglio delle surrenali,e una terapia,chiamata chelante,per disintossicare l'organismo.Ho cominciato con disciplina e scetticismo,vi confesso.Ma sono quel tipo di paziente che vuole guarire,che ce la mette tutta.Dopo tre mesi di flebo avevo riafferrato la mia lucidità mentale.



Il resto è una marcia vittoriosa inarrestabile.Almeno spero.La pressione,la ferritina,la tonicità muscolare,tutto è tornato nella norma.Grazie,prof,se ho ricominciato lo devo a lei.






Fonte: Testo raccolto da Rosanna Lo Santo

93 commenti:

  1. Ciao Stella, come và? Spero tutto bene per te. Buon lavoro. Un abbraccio e un buon fine settimana.

    RispondiElimina
  2. david sto bene e tu? Benvenuto con un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Bel blog il tuo,ma non conosco il portoghese,solo il francese.Buona serata e grazie david.Vieni di nuovo a trovarmi!

    RispondiElimina
  4. Direi che è stata una bella e fortunata esperienza di vita".
    Fortunata soprattutto per aver trovato il medico giusto!
    Anch'io ho avuto una simile fortuna!

    RispondiElimina
  5. Si fortunata ... un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Cara Stella, il Destino ti ha fatto incontrare il medico giusto al momento giusto perchè, vuoi il mio parere? non hai ancora finito nella vita la tua missione, perchè ognuno di noi ha una Leggenda Personale ( come dice Coelho) che deve seguire e la tua fortunatamente è ancora in corso.
    A volte certe esperienze ti fanno crescere e imparare cose della vita che non sono scritte sui libri ma che vive la tua pelle, meno male che non hai perso il sorriso ( mi sembra) e questa è una grande vittoria.
    Baci&sorrisi e Grazie del tuo premio, ne sono felice...anzi di più!!Lo faccio mettere a casa mia dal mio amico caro Gianni perchè io sono imbranata..
    PS ma allora i medici bravi esistono ancora...meno male avevo perso la speranza!!
    Aribaci&sorrisi

    RispondiElimina
  7. Chi per sua natura è ottimista riesce a venire a capo delle avversità che la vita impone,nostro malgrado.
    La protagonista di questo post ha avuto anche la fortuna di trovare un medico "MEDICO",che ha individuato il suo problema,risolvendoglielo dal punto di vista clinico.
    Credo tuttavia che la riscossa parte dal di dentro,se no non provi neanche a guarire!
    Buona domenica cara stella!

    RispondiElimina
  8. Cara luce non sono io la protagonista di questo post che dice tanto.Io ho attraversato altre traversie. Tumore all'utero? Trovato un bravo oncologo,tra tanti che mi avevano visitata,No! Ho ancora gli ormoni che funzionano.Rimedio? Una spirale avete capito bene,spirale contraccettiva da tenere per cinque anni(alla mia età!)
    . E voila,non ho più perdite e sto bene!
    Avevo un po'di pudore a raccontare di me,ma grazie a luce tutto mi è venuto spontaneamente! Queste due esperienze sono utili,per evitare di fermarsi a una sola diagnosi.
    Mai scritto così tanto,di solito sono telegrafica!
    Sorrisi e baci...

    RispondiElimina
  9. Sergio siamo già in tre ad aver avuto fortuna !
    Buona domenica con un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. sirio leggi la mia risposta a luce.
    Buona messa!

    RispondiElimina
  11. Và dove ti porta il cuore...
    sì stella,vado da Lui a ringraziarlo per questo dono della musica che mi ha dato e di cui ne sono orgoglioso!

    RispondiElimina
  12. Ecco perchè mi piaci,sirio!

    RispondiElimina
  13. la vera fortuna è la volgia di vivere!!!^^

    RispondiElimina
  14. twiz la voglia di vivere è fondamentale,per superare le varie tegole che ti cadono in testa,ma da sola cura?
    Magari!
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  15. ...forse la voglia di vivere da sola non cura, non sarà certo la panacea...ma senza di quella non ci sono terapie che tengono, medicine che funzionano e medici che salvano la vita...e la voglia di vivere viene anche grazie all'affetto delle persone che ti sono intorno!! Buona domenica

    RispondiElimina
  16. Straordinario racconto di vita. Lì dove i luoghi della sofferenza lasciano spazio alla speranza, penso che ci sia la volontà di vivere a tutti i costi.

    Un abbraccio e una buona domenica anche a te.

    RispondiElimina
  17. sorry.. "vacanze" (ho un occhio bendato ) è spiegato tutto sul blog) .

    RispondiElimina
  18. Buona domenica Stella un abbraccio!!!
    Ciao Sirio ^_^

    RispondiElimina
  19. Buona domenica nella,pure da sirio.
    Baci

    RispondiElimina
  20. Mi spiace molto reanto.Partirò per il mare il 18 luglio e mi fermerò per una settimana. Posso farti ancora compagnia.
    Bacione.

    RispondiElimina
  21. Scricciolo dici bene,l'affetto! Mi era proprio sfuggito.Affetto e coccole quanto aiutano!!

    RispondiElimina
  22. Caro michele,che gioia,sei tornato?Grazie del tuo intervento.Eh già la speranza... e la fede aggiungo.
    Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
  23. Una mia amica dopo un incidente si è fidata della prima diagnosi e ha tenuto il busto di gesso per 40 giorni. Risultato? nessun miglioramento. Ora ha finalmente deciso di sentire un'altra campana, in fondo la schiena ed in generale la salute sono troppo importanti per fermarsi al primo parere.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  24. Ciao kylie cara,grazie per la tua testimonianza.Hai intuito perfettamente il messaggio che volevo lanciare.
    Un bacione

    RispondiElimina
  25. Condivido a fondo il pensiero di scricciolo!!
    Buona Domenica e un abbraccio intenso.
    ADB

    RispondiElimina
  26. Adb benvenuto!Mi sei mancato.Buona domenica con un abbraccio intenso!!

    RispondiElimina
  27. La protagonista aveva consumato tutta la sua energia vitale, ma quel briciolo di energia rimasta le le ha permesso di superare anche l'ostacolo della malattia.
    In fondo ad ognuno di noi, vi è sempre una piccolissima riserva di energia, alla quale attingere nei momenti di bisogno.
    Ma accidenti, non facile a trovarsi!
    Un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  28. Bello Stella condividere uno spaccato di vita non semplice perchè magari potrebbe passare per di qua qualcuno che sta vivendo la situazione tua fortunatamente passata e potrebbe averne conforto!
    E congratulazioni per non esserti arresa!
    Ciao e buona domenica:-)

    RispondiElimina
  29. Mistral quella poca energia teniamola stretta, perchè è necessaria,per lottare!
    Con tenerezza!

    RispondiElimina
  30. Grazie IS per le belle parole,le ho gradite molto.Certe esperienze occorre condividerle,proprio per dare sollievo e speranza agli altri.
    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  31. la vita è fatti di incontri ma sopratutto di persone di grande coscienza.. a te è capitato di incontrarne una

    RispondiElimina
  32. l'importante è ricominciare stella...e andare sempre avanti.
    tu ce l'hai fatta alla grande.
    spero di essere tornato stella, mi manca il blog.
    ora ho il nuovo modem...nn resta che testarlo...e incrociare le dita :)

    RispondiElimina
  33. ciao Stelluccia! :-)
    béh, per cambiare.
    ohia ohia.... sempre stanca! (io)

    ..bella storia quella che racconti.
    bacioni.

    RispondiElimina
  34. Carmine veramente,esattamente un anno fa ! Grazie a Dio!
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  35. Cara Stella,
    la realtà che non possiamo fare altro che affidarci ai medici e sperare e cercare di capire. E naturalmente, un pizzico di fortuna. Baci

    RispondiElimina
  36. Aspetta e spera...ho aspettato e sperato ed eccoti qui mio "desiderato". Non montarti la testa però!
    Ora tutto ok mat,la paura è passata e sto bene.Non perderti più...per le strade deserte...

    RispondiElimina
  37. Giovanna col caldo siamo tutti fiacchi,anche perchè è arrivato all'improvviso!.Ora pure stelluccia,che bello!
    La vita è così,prendiamola con filosofia o matematica?Che stupidaggine ho detto :non sono un" tuttuno" ?
    Perdonami prof !
    Amichevolissimevolmente!!

    RispondiElimina
  38. Ponke anche la fortuna gioca il suo ruolo,certamente!Grazie della visita che ricambierò volentieri!
    Un bacione.

    RispondiElimina
  39. Sempre una parola di pseranza nei tuoi post.
    ciao, silvano.

    RispondiElimina
  40. Sì silvano,nella vita mai arrendersi e sempre sperare.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  41. ...Benedetta la voglia di vivere...
    Un abbraccio Ste

    RispondiElimina
  42. E' necessaria la voglia di vivere!
    Un abbraccio a te marketing.

    RispondiElimina
  43. Ho trovato il tuo post molto interessante veramente tanto,faro' delle ricerche sui nomi che citi(quale mancanza)è un bel po' che vige in me una grande spossatezza,pensavo come ovvio che tutte le eta' hanno"le propie esperienze"da by-passare ma se c'è un rimedio perchè no,
    ciao Stella gabrybabelle

    p.s se hai una dritta per capirne di piu lasciami i link

    RispondiElimina
  44. Mamma mia, meno male che hai incontrato questo medico, dev'essere stato un calvario.
    Sono felice per te.

    p.s. sul mio blog, nel post del 7 luglio c'è un premio per questo blog, se interessa ;)

    RispondiElimina
  45. Sì maxim hai detto giusto ,proprio un calvario,hai reso bene l'idea. Per fortuna,tutto bene quel che finisce bene.Certo che accetto il tuo gradito premio,ci mancherebbe.Grazie infinite.Verrò subito a ritirarlo.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  46. Ciao Gabry,non attingo dai link,ma mi aiutano le guide didattiche che non ho buttato via,Coelo,Leo Buscaglia,Schopenhauer e altri autori di saggistica,riviste di attualità e non ultima la mia esperienza di donna e di insegnante.
    Dai che ce la facciamo...!
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  47. Non potevo iniziare meglio la settimana!
    Hai riportato un caso, triste e bello al tempo stesso, nel quale tanti potranno riconoscersi e trovare la forza per non abbattersi.
    Di questo ti ringrazio.

    Un caro abbraccio e l'augurio di una settimana scoppiettante per te, Stellina bella, e per Sirio e che estendo a voi tutti!

    RispondiElimina
  48. Rita io ringrazio te di cuore,per le tue parole che mi hanno emozionata.Posto ciò che possa interessare voi tutti...Ormai fate parte di me...
    Lieta settimana!

    RispondiElimina
  49. Che storia! meno male che questa persona ha ritrovato la giusta via, incontrando nella sua strada, un medico che sa fare il suo lavoro.

    Buona giornata Stella

    RispondiElimina
  50. Ciao rita,una settimana "solare" (e possibilmente non afosa) da parte mia a te in primo luogo e ai blogger che ci seguono!
    sirio.

    RispondiElimina
  51. francesco auguro a tutti di incontrare persone giuste al momento giusto!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  52. Una bella storia, con un finale per fortuna positivo. Alla fine è sempre un medico che ha la risposta, non un santone, come spesso credono le persone disperate che si mettono in mano a gente poco raccomandabile.

    Stella, mi hai consigliato un post di Michele Giordano, ma non so dove leggerlo, mi puoi dare il link? Grazie e a presto.

    RispondiElimina
  53. Cesco guarda tra i miei link

    RispondiElimina
  54. Caro cesco il medico giusto però,colui il quale della sua professione fa una missione!Lo so che non ce ne sono tanti,ma ci sono!Ai santoni non ho mai pensato...e pure sarà per disperazione che qualcuno vi si rivolge,mah!
    Hai trovato il link?

    RispondiElimina
  55. Purtroppo questi personaggi fanno leva proprio sulla disperazione altrui, senza alcuno scrupolo, e non si possono incolpare quelli che presi dal panico si rivolgono a loro, però è vergognoso che le leggi non impediscano a questi truffatori di esercitare la loro "professione".

    Il link l'ho trovato, ma anche io non riesco ad aprire la pagina dei commenti, strano. Comunque condivido in pieno l'articolo pubblicato. In realtà chi denigra i bloggers sono quelli che pensano che il pensiero individuale di noi persone comuni non abbia alcun valore, mentre è proprio attraverso il confronto che ci si rende conto che l'umanità non è altro che una massa di individui, e non un dato statistico su un giornale.

    RispondiElimina
  56. Brava,sorridi alla vita!;)
    Buon inizio settimana:)

    RispondiElimina
  57. Grande cesco,come sempre !
    Alla fine, insistendo ,sono riuscita a commentare da michele. A me interessava che tu leggessi l'articolo.Grazie della tua presenza,a presto!

    RispondiElimina
  58. Jack,sorridiamo alla vita!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  59. Ciao dolce Stella, buon inizio settimana a te e a Sirio ^_^
    Un abbraccio forte, baci.

    RispondiElimina
  60. Ciao nella cara,buon inizio settimana pure a te da parte nostra.Smack! Vi penso...

    RispondiElimina
  61. ciao carissima stellina^^.. buooon inizio di settimana
    bacini

    RispondiElimina
  62. Ciao cara vane,sai che cominciavo a preoccuparmi? Tutto bene? Un bacione

    RispondiElimina
  63. Stella Carlo ti manda un bacio ^_^ mi ha appena telefonato.

    RispondiElimina
  64. Spero tanto che tu gliel'abbia ricambiato.Rientra entto il 18 luglio?

    RispondiElimina
  65. Ciao:)Un post molto bello questo e complimenti per il tuo blog!!!

    RispondiElimina
  66. La collaborazione tra malato che ha volontà e medico bravo ed umano è la formula vincente contro tante malattie.

    RispondiElimina
  67. Ciao pansy,grazie,anche il tuo non è da meno.Vi ho trovato splendide foto e...ancora Auguri!

    RispondiElimina
  68. Ciao romano,certo che concordo:collaborazione tra paziente e medico è la formula vincente.

    RispondiElimina
  69. No Stella il 22 luglio ... tu parti il 18?
    Baci buona serata!!!

    RispondiElimina
  70. Sì nella,parto il 18 luglio. Allora, per favore,fagli trovare,se puoi,il premio D Eci e lode!

    RispondiElimina
  71. cara...ti ho inviato posta...
    le promesse io le mantengo.
    spero che tu la riceva!!!!!!!!
    Elsa

    RispondiElimina
  72. Una bella storia Stella, che dà coraggio anche a me. Non ho capito che premio devo ancora ritirare. Quello I love you me lo sono già copiato. Cosa ho fatto per meritarmene un altro?

    RispondiElimina
  73. Altri 2 luigina,quello mio:premio solidale e quello BRILLANTE,entrambi nella mia bacheca.Per il BRILLANTE avevo fatto un post mentre eri ricoverata!

    RispondiElimina
  74. Cara elsa,sto rincorrendo un'immagine fantasma!Ti ringrazio di cuore,ma non ho ricevuto niente!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  75. Grazie Stella, lo farò, sarà contentissimo.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  76. Contentissima anch'io nella.Adoro bambini e ragazzi,figurati il mio nipotino!

    RispondiElimina
  77. Prometto che domani mi leggerò anche tutti i tuoi arretrati e mi appunterò i tuoi premi. Grazie e buonanotte Adesso vado a nanna perché oggi ho voluto strafare e sono un po' stanca. TVB

    RispondiElimina
  78. Ok luigina, buona notte !TVB

    RispondiElimina
  79. ohi Stella, pensavo fossi tu e invece no!
    Esperienza forte quella che hai raccontato e di solito quando si vivono esperienze simili cambia totalmente la visione della vita ed i suoi valori.
    Peccato però che solo chi ha sofferto riesca ad avere quel "qualcosa in più" che lo rende speciale. non trovi?
    un caro abbraccio
    :)

    RispondiElimina
  80. Cara annagì, se leggi il commento che ho fatto a luce... Buona notte carissima!

    RispondiElimina
  81. Oddio questo post mi ha fatto piangere!!!con che forza le persone riescono ad affrontare l'esistenza...e cosa devono passare!!viva la vita!un saluto

    RispondiElimina
  82. Ciao Stella buona giornata!!!

    RispondiElimina
  83. Sì araba,domani un anno dall'intervento per esaminare le cellule!

    RispondiElimina
  84. Cara melpomene,benvenuta!La vita ci riserva sorprese di tutti i tipi...e non sempre piacevoli.
    Tu sei giovane ma dimostri tanta sensibilità,e questo ti fa onore.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  85. ti mando solo un sorriso e un abbraccio e ti dico che sono felice che ora stai così! un bacio

    RispondiElimina
  86. Grazie mille carissima lo.Tanti sorrisi a te e buona serata!

    RispondiElimina
  87. Grande testimonianza. Grazie per questo post.

    Ciao
    Dnaiele

    RispondiElimina
  88. Grazie di cuore,daniele.
    A presto!

    RispondiElimina
  89. ciao, ho letto molto volentieri tuo post.
    Nn come te, ossia nn soffro di cfs, ma ho avuto la mononucleosi, e quindi mi sono informato un sulle malattie autoimmuni. Ho scopeto che anche la mononucleosi in certi soggetti può portare a cose serie, ed per questo che vorreisapere se per verificare le surrenali il tuo medico si è basato solo sulla mineralogramma oppure altri analis, se si quali di preciso? poi cosa ti ha dato come farmaci? potrei avere email del tuo medico per avere una opinione. Grazie
    Ti lascia mia email alexpapaleo@hotmail.com

    RispondiElimina
  90. Una storia di vita da tenere presente. Grazie

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...