25/06/08

42

CHI PIANGE SORRIDE NELLA VITA



E' il 1997,un qualsiasi cinema in una qualsiasi parte del mondo:Frotte di spettatori scoppiano in singhiozzi durante il naufragio del Titanic.



Senza vergogna,con il favore delle luci basse,commuoversi è inevitabile per tanti,donne ma anche uomini.



LUCCICONI SCIOGLI-STRESS



La scienza rassicura:il luccicone giova alla salute.Perchè? Vivere le traversie romantiche o le battaglie storiche,è come attraversare uno stress emotivo,attivando la risposta fisiologica a quello stress.



Dopo il pianto,diminuisce il battito cardiaco,si abbassa la pressione arteriosa.Il che aiuta ad allentare anche la tensione psichica.






SI SCARICANO I PROBLEMI



Si pensa di piangere per la separazione degli amanti o per l'ingiustizia subita dall'attore principale,in realtà si scarica un'ansia personale,magari legata a un litigio con il partner o a uno smacco sul lavoro.



Così un'emozione forte trova il modo di esprimersi e di sciogliersi.Nel buio della sala non c'è il timore di esseere giudicati dai compagni di visione, che si presume possano commuoversi allo stesso modo.



"Le mie lacrime sono le mie parole",diceva Samuel Beckett.Piangere è un linguaggio,una forma di comunicazione primaria senza grammatica e regole.



Nell'occhio una lacrimazione minima ma costante serve per mantenere il bulbo lubrificato (si chiamano lacrime basali).



Quando interviene un turbamento interiore intenso,invece,sgorgano le lacrime in risposta a questo stimolo.



Dal sistema limbico,che governa le emozioni nel cervello,parte una complessa serie di segnali,che provocano la stimolazione delle ghiandole lacrimali.



Alcuni studi dell'università del Minnesota (Stati Uniti) hanno rivelato che i lucciconi da tempesta emotiva hanno una composizione differente dalle lacrime basali o riflesse (quelle provocate da uno stimolo come tagliare le cipolle): oltre al 98,3% di acqua,contengono enkefalina,una sostanza liberata dall'ipofisi che determina una sensazione di benessere generale e svolge un'azione analgesica in presenza di dolore.






LE LACRIME? ANALGESICHE



Al cinema gli occhi si inumidiscono proprio di queste lacrime emotive.



Di qui il sollievo,anche fisico,non solo psicologico,dopo il pianto dinanzi a una pellicola.



Questo sfogo individuale,proprio grazie alla visione sul grande schermo, si trasforma in un rito empatico di massa.Qualcosa di molto simile alla catarsi teorizzata da Aristotele per la tragedia greca.






Rosanna Cerbo

42 commenti:

  1. CIAO CHE COMMENTO POSSO FARE SE NON DIRTI CHE HAI SCRITTO TUTTO MA PROPRIO TUTTO TU?CONDIVIDO

    RispondiElimina
  2. Grazie della visita,asterix!

    RispondiElimina
  3. TUTTI I GIORNI COME FAI TE CON NOI E DOBBIAMO ESSERE NOI A RINGRAZIARE TE.
    COMUNQUE NON E' ARABO MA ITALIANISSIMO

    RispondiElimina
  4. Asterix di computer non capisco niente,credimi!A fatica ho imparato a pubblicare post e a scrivere mail e per me è stato un vero successo!

    RispondiElimina
  5. Quante cose ho imparato, non immagginavo si nascondesse tutto questo dietro le lacrime.

    RispondiElimina
  6. Hai visto,du? E' proprio vero che non si finisce mai di imparare!

    RispondiElimina
  7. ciao, il premio i love you e' gia' inserito e o aggiunto anche il tuo nome ,leggendo il tuo post e per tirarmi su il morale ho scritto un post semiserio o forse mica tanto semi ,grazie stella graziwe a te oggi le mie rotelle girano bene
    asterix

    RispondiElimina
  8. ciao è davvero un bel post.. vuol dire che sorriderò molto ^^

    ti auguro una bellissima giornata ^^
    bacini

    RispondiElimina
  9. Ciao vane cara,sorridi sempre,ma se qualcosa ti emoziona, piangi pure,ti liberi e...
    bacini

    RispondiElimina
  10. Ciao Stella, speriamo bene (per la pioggia dico).
    ciao e buona giornata, silvano.

    RispondiElimina
  11. Sarà per tutto ciò che hai detto che ho sempre le lacrime in tasca? A volte mi sembra di esagerare,ma è sufficiente una notizia di cronaca a rendermi partecipe, facendomi carico dei dolori altrui. Credo proprio di essere sbagliata, come fare per divenire quel pizzico più insensibile?
    Magari tu hai la soluzione...
    Grazie per l'esaustivo post di oggi, ti abbraccio forte, forte.

    RispondiElimina
  12. Cara mistral non ci crederai, ma siamo identiche,proprio come due gocce d'acqua!!E soffriamo molto. Mi è stato detto di mettere in atto un "sano egoismo",vuol dire che dobbiamo prima pensare a noi e poi agli altri...

    RispondiElimina
  13. Spero che il tuo titolo sia vero e di buon auspicio :-)))

    RispondiElimina
  14. molto consolante questo post, per me che sono una lacrimuccia facile!

    RispondiElimina
  15. lacrime come analgesico??ma,si forse,nel senso Frodiano del termine,ma se sono per rabbia ho dei dubbi seri,ciao stella gabrybabelle

    RispondiElimina
  16. Chi piange, è sensibile,daniele...!

    RispondiElimina
  17. Ciao silvano,andrà benissimo!

    RispondiElimina
  18. Cara arabafenice facciamo un clan allora dei" piagnoni"?

    RispondiElimina
  19. E' giusto che abbiamo dei dubbi,gabry...

    RispondiElimina
  20. Non piangere Stella,
    la vita ti sorride !!!

    RispondiElimina
  21. piangere fa bene...hai ragione quindi lo diciamo a tutti i genitori\educatori\allenatori\maestri\....che se vedono piangere un bambino non gli devono dire femminuccia? piangere fa bene a tutti! ;)

    RispondiElimina
  22. Sono capace di commuovermi anche guardando i Cesaroni...dopo qiesto post almeno so che mi sto facendo del bene!!!!!

    RispondiElimina
  23. Piangere può essere liberatorio,sicuramente,poi noi donne spesso abbiamo le lacrime a portata di..occhio;-)
    Le lacrime di gioia sono molto salutari,come descrivi in modo dettagliato,ma spesso le lacrime sono di dolore,sono forti emozioni per qualcosa che a volte nn ti appartiene,sono per situazioni difficili...queste lacrime,a parer mio,nn sono affatto salutari,anzi...Spesso ti lasciano spossato,è vero,nn bisognerebbe farsi carico dei problemi di tutti,ci vorrebbe una corazza,un sano egoismo...ma questo è possibile solo se si è abituati..a volte dietro una persona cinica si nasconde un grande cuore in lacrime....Personalmente ritengo che tutto dipenda dall'educazione alla vita ricevuta da piccoli....dare uno sguardo al figlio della vicina...tenere i bambini dell'amica in difficoltà..ebbene,se questo ci è stato insegnato (prima gli altri,poi te)...credo che sia difficile da adulti liberarsi di questo modo di pensare...forse Freud.....anche se preferisco Jung

    RispondiElimina
  24. Spero di non piangere più,per gli altri...e di sorridere di più,ti dirò che i miei lettori blogger mi stanno aiutando in tal senso.
    A presto,nientdemain!

    RispondiElimina
  25. Lo,diciamolo a tutte queste "grandi"persone che spesso si esprimono in modo inadeguato.

    RispondiElimina
  26. Suysan,quante cose sto imparando e insegnando. Questo scambio reciproco ci arricchisce.
    A presto!

    RispondiElimina
  27. Cara riri,condivido il tuo commento,soprattutto quando affermi che non sempre è facile curarsi prima di se stessi che degli altri.
    Cari saluti.

    RispondiElimina
  28. Ecco... dovrò ricominciare a piangere un po'... sai che ho ricacciato indietro le lacrime, non riesco più a farlo se non una mezza lacrimuccia al cinema, ma niente di più. Eppure di situazioni commoventi ne vivo, altro che! Solo che trattengo, così come faccio con il dolori... ah! li proprio non c'è scampo: non ho più voluto piangere... ma tanto se anche non escono fuori le lacrime, dentro c'è un serpente che si contorce e sai che mal distomaco da urlo!!!!

    Imparerò ad esprimere di nuovo le mie emozioni, anche con le lacrime... chi l'ha detto che le donne "piagnucolose" rompono? E se anche fosse.... KISSENE!!!!

    E' COSì TANTO LIBERATORIO

    hai ragione tu...

    Un abbraccio
    Anna

    RispondiElimina
  29. E' proprio liberatorio piangere,se non lo si fa si ha un "groppo" che ci fa star male veramente!Dobbiamo liberarci da tutti i tabù che abbiamo,lo so che non è facile...
    Grazie anna!

    RispondiElimina
  30. Il pianto è liberatorio,in qualsiasi circostanza...io sono tra quelli che si emoziona e si commuove a sentire il nostro inno nazionale e pure l'inno europeo,quest'ultimo poi tratto dalla sinfonia "Corale" (la n.9) di Beethoven,per me uno dei massimi esponenti della musica classica.
    E pensare che quando la compose il grande Ludwig era già sordo...ma era un genio,un titano!
    Ottimo post come sempre,cara stella!!

    RispondiElimina
  31. Grazie delle informazioni,sirio!

    RispondiElimina
  32. si dietro le lacrime si nasconde anche questo, grazie per avercelo ricordato e di non sentirci stupidi in quei momenti

    RispondiElimina
  33. Grazie carmine,sei un vero uomo,almeno per me!

    RispondiElimina
  34. Stella,
    ancora un bellissimo post.
    è il caso di dire ... non ci resta che piangere! :-)

    PS: hai ricevuto la mia mail, di questo pomeriggio?

    bacioni!
    g.

    RispondiElimina
  35. Peraltro, per una strana "cultura della vergogna" molta gente si vergogna di confessare che in effetti il flim "XYZ" gli è risultato commovente...

    L'uomo è davvero uno strano animale :)

    RispondiElimina
  36. Penso che la capacità di commuoversi sia insita in ogni essere umano anche se troppe volte per retaggi culturali sbagliati,autodifesa e convenzioni, che indicano nel pianto una sorta di debolezza,ci si reprime,camuffando la commozione con un sorriso.Ciao

    RispondiElimina
  37. Giovanna no,t'avrei subito risposto,scherzi?

    RispondiElimina
  38. Ciao mazimilian, a me è capitato di dire :che bel film,quanto ho pianto! Risposta: se era bello,perchè hai pianto?

    RispondiElimina
  39. Ciao Stella auguro una buona giornata a te e a Sirio ^_^

    RispondiElimina
  40. Ciao nella,buon pomeriggio!
    Scusa il ritardo ma mi sono connesso solamente ora.
    Qui c'è aria,"sembra" che il caldo voglia dare un pò di tregua,speriamo!
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  41. Tregua? No qui no ... infatti sono già con il piede di marcia ... scappo al mare.
    Smack buon pomeriggio!!!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...