05/05/08

46

UN FIORE PER...

ANNO SCOLASTICO 1997/98


Voglio fare bella mostra di me ?

Perchè no , tanto sono fotogenica !

Leggete alle mie spalle le testimonianze scritte dei miei alunni per festeggiare una ricorrenza importante...

Eravamo in palestra.

46 commenti:

  1. Permesso?
    Sei un insegnante? Che bello! Anche i miei lo sono stati per tutta la vita. La mia maestra delle elementari era una donna straordinaria, ci ha dato le prime piccole ma importanti lezioni di vita. Il 7 marzo da noi (in Albania) è la festa degli insegnanti, ricordo che la cosa più bella, e che ancora ricordo con nostalgia, era portarle i fiori per festeggiarla.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. La porta è aperta,anzi,apertissima!
    La tua maestra sarà felicissima di aver lasciato"tracce" nel tuo cuore e che bello omaggiarla con i fiori.
    In Italia non mi risulta la festa degli insegnanti,bene la festeggerò il 7 marzo,giorno precedente alla festa della donna
    Ricambio volentieri l'abbraccio

    RispondiElimina
  3. Per me decidere di fare l'insegnante è grande onere oltre che una missione...io sono stata molto fortunata devo essere sincera ma dal tuo sguardo dolce e comprensivo mi pare che anche ai tuoi alunni non sia andata poi tanto diversamente da me!
    Insegnare qualsiasi materia è un compito arduo è trasmettere la passione per il sapere che è anche importante strumento di crescita ed evoluzione...
    Serena giornata :-)

    RispondiElimina
  4. Cara Ishtar,
    il mio obiettivo primario era, infatti, trasmettere l'amore per la scuola e tutto poi diventava più facile. Con i miei alunni adottavo il metodo della "scoperta" e il mio motto era " dolcezza e fermezza".
    Si mi hanno amato e mi hanno dato molto, per questo ogni tanto ho nostalgia.
    Grazie e buona giornata pure a te.

    RispondiElimina
  5. ... un fiore tra i fiori...
    Buongiorno dolcissima stella!

    RispondiElimina
  6. Claudia, tesoro grazie !
    Che emozioni mi hai regalato...
    Sei dolcissima anche tu.

    RispondiElimina
  7. Cara ishtar,non hai letto il mio commento in risposta al tuo sul post"Tenerezza"?

    RispondiElimina
  8. Ciao Stella, fare l'insegnante non dev'essere facile, o almeno credo. Ma spero che le soddisfazioni che ricevi siano superiori alle difficoltà che incontri.

    RispondiElimina
  9. Letto Stella e ti ringrazio, allora continua a passare da me e se ci sono correzioni da fare non esitare, io non mi offendo mica anzi, sbagliando si impara e ci si augura di non fare lo stesso errore!
    Ciao

    RispondiElimina
  10. Si'Cesco.Essere a contatto con i bambini per me era una gioia!
    A presto

    RispondiElimina
  11. Cara ishtar,è nato un equivoco.Io mi riferivo ai tuoi ex insegnanti che non avevano capito il tuo talento di scrittrice.Scusami se non sono stata chiara.Lungi da me qualsiasi altra interpretazione...
    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  12. Beh complimenti sei davvero amata dai tuoi alunni! Devi esserne giustamente molto orgogliosa e felice!

    Ciao Stella
    Daniele

    RispondiElimina
  13. L'insegnamento è un lavoro importantissimo, oggi più che mai abbiamo bisogno di nuove geberazioni che crescano bene, che crescano con cultura e soprattutto con valori come solidarietà, rispetto del prossimo, del diverso. Valori che si stanno perdendo e questo mi fa paura!
    Sicuramente lei è un ottima insegnante visto come i bambini la stimano.

    L'Albania ha un giorno dedicato agli insegnanti? L'Italia dovrebbe apprendere da questo popolo.

    RispondiElimina
  14. Carissimo,grazie! ma perchè non mi dai del tu?

    RispondiElimina
  15. Si',caro Daniele lo sono.Fortunatamente ho intrapreso un'attività a me congeniale!
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  16. Stella non ti ho interpretato male o almeno penso mi piace anche scherzare anzi devo dirti che io faccio molte castronerie grammaticali e sono sempre gradite le correzioni!
    Spero di avere chiarito
    a presto :-)

    RispondiElimina
  17. Grazie del chiarimento,ero rammaricata.
    Un bacione

    RispondiElimina
  18. Certo che sei fotogenica... ciao e buona serata da Maria

    RispondiElimina
  19. Ciao Melina,benvenuta nel mio blog.Avrai capito che era una battuta quella sulla mia foto;volevo evidenziare le testimonianze dei bambini.
    Grazie e un caro saluto

    RispondiElimina
  20. Secondo me, non solo sei stata una insegnante ottima e benvoluta, ma hai ancora dentro di te tutto l'amore che hai saputo dare ai tuoi alunni.

    Raro trovare insegnanti così.

    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  21. CHI SEMINA VENTO RACCOGLIE TEMPESTA

    I fatti successi a Verona, dimostrano che la “semina” di odio, di razzismo, del diverso da perseguitare ha dato i suoi frutti con la morte di Nicola.
    La responsabilità di questo barbaro omicidio non è tanto di quei cinque giovani che lo hanno commesso, ma la responsabilità maggiore è di quei politici che hanno predicato che essere extracomunitari, zingari, comunisti o semplicemente con i capelli lunghi è sufficiente per essere perseguitati.
    I cinque giovani che hanno commesso questo omicidio barbaro, sono l’esempio di come una parte delle nuove generazioni raccolgono, con convinzione le prediche che certi politici ci bombardano da alcuni anni.
    Salvo

    RispondiElimina
  22. Dama cara è vero ciò che affermi, hai una intuizione eccezionale.
    Forse non tutti i lettori sanno che sono in pensione, dopo quarant'anni anni di insegnamento.
    Ho incominciato che avevo diciotto anni.Avrei continuato a operare nel mio campo, se non fosse stata per la riforma Moratti. Ho precisato perchè alcuni parlano al presente di me come insegnante. Era doverosa questa precisazione e ne ho approfittato, rispondendo a te, mia cara amica.
    Con affetto alla mia attuale insegnante !

    RispondiElimina
  23. Stellinaaa!
    mmm ... ma chi è che ti sta facendo venire voglia di ... scuola???:-)
    un bacione, sei dolcissima!
    Nottee!
    domani ho prima ora, se non dormo, poveri quei monelli!!!
    g.

    RispondiElimina
  24. Contribuisci anche tu,cara Giovanna con le tue lezioni chiare e piacevoli di una materia cosi'ostica per tanti!Certamente non erano tutte rose e fiori quando insegnavo;il nostro è un lavoro delicato e pieno di responsabilità,abbiamo a che fare con"materiale vivente"...Se si instaura,però, un clma di fiducia reciproca con gli alunni ,le difficoltà si superano meglio.Buona giornata carissima!

    RispondiElimina
  25. Bellissima immagine "d'insieme", il rapporto fra te ed i tuoi alunni viene testimoniato dalle locandine che si vedono e dal sorriso!
    Mi associo a quanto dice dama.

    RispondiElimina
  26. ma che brava questa maestra!!
    amata da tutti i suoi studenti!

    RispondiElimina
  27. E anche da te,spero!
    Ciao mat

    RispondiElimina
  28. Oh!
    Stella ma non mi posso voltare un attimo che tutte vogliono essere amate da Mat?
    Ma come? Lasciaci prima fare il ns. matrimonio virtuale, magari poi consumarlo anche sempre virtualmente. ihihihih
    POi è tutto tuo.

    RispondiElimina
  29. Cara hampidampi,per ora mi rassegno,ma aspetterò...
    Sei fortissima,aveva ragione Jasna,come sempre!

    RispondiElimina
  30. Ciao Stella, grazie per la visita.
    Complimenti per il tuo blog.
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  31. Benvenuta eclisse ,un grande abbraccio pure a te.Veramente sorpresa del tuo bel blog,emozionante!

    RispondiElimina
  32. Ciao Stella che bella fatina bionda!

    RispondiElimina
  33. Sono stata una maestra anche io (anche se di scuola materna) e posso dire che è un lavoro che se fatto con passione ripaga di tutti i sacrifici che si fanno...

    vedo che ti sei fatta amare e apprezzare dai tuoi alunni!!!

    RispondiElimina
  34. hampi, come consumarlo virtualmente??

    nn c'è gusto! ahahahahahah

    RispondiElimina
  35. Buonasera Stella... ma non pensi che ia giunto il momento di distribuire i fatidici numerini per la fila... che porta a Mat... altrimenti si crea disordine!!!
    un bacio a te e tutti i tuoi amici
    Claudia

    RispondiElimina
  36. Quindi non insegni più..... peccato, che rammarico pensare che al tuo posto ci sarà magari una insegnante priva di passione, arrabbiata (in questo a ragione) per lo stipendio da fame che riceve e che non riesce a trasmettere l'amore per la materia che insegna...

    Certo, magari non sarà così.... ma le probabilità che abbia ragione temo siano abbastanza alte...

    Ciao Stella
    Daniele

    RispondiElimina
  37. Ciao Jasn,Che bella fatina bruna!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  38. Cara susysan,. ammiro molto le insegnanti della scuola materna.Il vostro compito è ancora più delicato:dedicarsi ai bimbi più piccoli non è da poco.Sei stata amata pure tu sicuramente!

    RispondiElimina
  39. Cara susysan,. ammiro molto le insegnanti della scuola materna.Il vostro compito è ancora più delicato:dedicarsi ai bimbi più piccoli non è da poco.Sei stata amata pure tu sicuramente!

    RispondiElimina
  40. Cara Claudia, li distribuirò e ti dirò poi quando toccherà a te.Hai premura?

    RispondiElimina
  41. Caro Daniele,può essere ,proprio per stipendi da fame,come dici tu...e per il precariato...Penso,però,che siano casi sporadici.Ti ringrazio delle belle parole.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  42. Mat sei conteso. Decido io?

    RispondiElimina
  43. Ciao Stella, sono leggermente impressionata da questo contendersi Mat.

    Non lo conosco e leggendo qui tutti i commenti, decido all'istante di non visitare neppure il suo blog.

    Dovessi mai diventare anch'io un numerino in attesa :D

    Buona serata Stella!

    RispondiElimina
  44. Brava, dama! Un problema in meno per me!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...